vetrinista toscana

Vetrinista


Per allestire una vetrina, il visual merchandiser deve pianificare l' allestimento per non creare problemi, di solito il visual merchandiser incomincia molto presto la mattina a rimuovere la composizione esistente quando il negozio e' ancora chiuso, in modo da non ostacolare i clienti trascinando supporti o prodotti. E' anche il momento ideale per portare il nuovo schema nella vetrina. Simona visual merchandiser ha fatto allestimenti in Toscana.

  • vetrinista toscana

    Allestire una vetrina significa offrire un' interpretazione, un punto di vista sul mondo o su un certo tema. Il primo passo consiste nel definire un tema e un concept per la vetrina. In seguito, bisogna trovare l'idea con la "i" maiuscola, ovvero quella speciale che farà la differenza. Una buona illuminazione e' essenziale. E' la base di ogni allestimento riuscito, e fa parte integrante del progetto. Una vetrina con una luce inadeguata non avra' mai un buon impatto visivo. E' fondamentale illuminare tutta la vetrina con una luce diffusa, e poi usare faretti e luci spot per evidenziare i punti focali.

  • vetrinista

    Proprio come l'illuminazione, il colore e' un elemento che può far risaltare un tema o un prodotto. Ma il colore puo' anche stimolare alcune associazioni mentali, come nel caso del bianco, collegato alla purezza. Merce e vetrina formano un'unita'. Il ruolo del visual merchandiser freelance e' valorizzare un prodotto e allo stesso tempo seguire lo sviluppo di un'idea di fondo. Una volta deciso quali prodotti utilizzare, e' bene mettere insieme e preparare tutto in anticipo. Ciò permetterà di risparmiare tempo durante l'allestimento delle vetrine. Poi applichiamo questa idea alla vetrina.

  • vetrinista freelance

    Preparare la merce, o fare il "pepping", come si dice comunemente, velocizzerà il processo di allestimento. Si possono selezionare in anticipo i capi di abbigliamento, per stirarli, o vaporizzarli, e in alcuni casi, e' possibile vestire i manichini da aggiungere in seguito. Durante il “pepping” si dovrebbero anche selezionare gli accessori, le calze e i collant che saranno necessari per completare la vetrina nel caso si tratti di abbigliamento. Anche gli articoli per la casa possono essere preparati: si possono pulire i vetri, rimuovere etichette e stirare tessuti. Piu' cose si prepara in anticipo, meno lavoro ci sarà da fare al momento di allestire la vetrina. Una volta selezionati e preparati, i prodotti possono essere inseriti nella composizione. Simona visual merchandiser freelance e' in grado di realizzare vetrine in base alle richieste del cliente.